App per incontri

Negli Stati Uniti d'America, due Stati federali stanno combattendo una grossa battaglia contro le app per incontri. Lo Utah e il Rhode Island hanno dichiarato espressamente guerra alle app per incontri occasionali. In effetti, il proliferare delle piattaforme on line che permettono agli utenti di avere incontri sessuali occasionali e di vivere incontri erotici mordi e fuggi, ha indotto questi due Stati americani a indire una crociata contro queste applicazioni mobili che, con una semplice registrazione anonima, permettono di venire a contatto con milioni di persone che sono alla ricerca di incontri ad alta tensione erotica. Gli esempi più eclatanti sono rappresentati da Tinder, Blender e Grindr. Il motivo? Una recente ricerca scientifica condotta dai due Stati americani, ha evidenziato un aumento smodato dei casi di malattie a trasmissione sessuale. I dati sono davvero allarmanti. La sifilide ha avuto un aumento del 79%, negli anni compresi tra il 2013 ed il 2014. La gonorrea è aumentata del 30% e l'HIV ha avuto un incremento pari al 33%, sempre nello stesso lasso di tempo. Questo ha indotto lo Utah e il Rhode Island ad iniziare una vera e propria battaglia mediatica per bandire l'uso di queste applicazione per incontri donna cerca uomo e viceversa. Ovviamente, la diffusione e la proliferazione delle malattie a trasmissione sessuale, ha creato un allarmismo generalizzato in entrambi gli stati, oltre a rappresentare un enorme costo sociale per lo stato stesso. Ovviamente c'è un ricorso maggiore alle cure degli specialisti, con innumerevoli casi di degenza ospedaliera e questo rappresenta un'enorme spesa per le casse dei singoli stati. Ovviamente, la cosa più eclatante è rappresentata dal proliferare di queste malattie che, come tutti ben sanno, deteriorano la qualità della vita delle persone, decretandone addirittura la morte per alcune. Proprio le app per incontri sono state messe alla sbarra, in quanto ritenute responsabili di parte di questo enorme problema sociale. Gli studi psicologici svolti negli Stati Uniti d'America hanno dimostrato come sia diventato “accettabile” negli ultimi anni avere rapporti occasionali con degli sconosciuti. Il diffondersi di queste applicazioni per incontri, hanno maggiormente diffuso questa abitudine. Ma, senza una continua e capillare educazione sessuale fatta in tutta la popolazione, in particolare nelle scuole e fin dalle prime classi, gli incontri sessuali senza protezioni e senza l'uso del condom stanno diventando sempre più frequenti, determinando l'aumento di tutte queste malattie. In particolare, è stato sottolineato come in uno di questi due Stati, di religione prevalentemente mormone, ai ragazzi giovani viene insegnata l'astinenza piuttosto che la consapevolezza che il sesso protetto è l'unica arma per non vivere situazioni spiacevoli. Vedremo come andrà a finire questa battaglia. Il problema sappiamo essere considerevole anche in Europa e nel resto del mondo. Ritorniamo sempre al solito problema. Già dalla scuola materna, ogni paese civile e moderno, dovrebbe rendere obbligatoria l'educazione sessuale, senza moralismi e senza bigottismo. Rendere consapevoli i giovani dei rischi a cui vanno incontro durante gli incontri sessuali e continuare con delle campagne mediatiche continue e frequenti e rivolte a tutti i cittadini. L'HIV non è stata debellata, anzi e le malattie sessuali sono in agguato. Manca la consapevolezza dei rischi che si corrono senza l'uso delle dovute precauzioni. Anche nel 2015, purtroppo. A prescindere dall'uso delle app per incontri donna cerca uomo.